Cristina Pizarro, Santiago del Cile (Cile), 1947

Orión, 2000

Acciaio inox

150x110x110 cm

Collocazione: Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale – Campus Folcara, atrio

Proprietà: Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale

Quest’opera è costituita da tre elementi di forma identica, in acciaio inox, armonicamente sovrapposti e collocati su una base anch’essa in acciaio. L’incastro di forme e di linee pure, di elementi concavi e convessi conferisce all’intera scultura un aspetto dinamico e avvitato. Questi tratti stilistici si ritrovano in molte altre opere dell’artista, così come è frequentissimo nei suoi lavori l’impiego dell’acciaio.

L’acciaio, con la sua superficie riflettente, sottolinea il rapporto che esiste tra l’opera e l’ambiente che la circonda.

I titoli delle realizzazioni della Pizarro contengono quasi sempre un riferimento all’ambiente o alla sfera celeste (come in questo caso: la costellazione di Orione) e invitano, in tal modo, a vedere nei suoi lavori gli elementi naturali rielaborati in forma astratta e simbolica.